I coloranti naturali presenti in frutta e verdura sono sostanze dalle preziose funzioni biologiche, ecco perchè è importante una dieta variegata.

L’aspetto multicolore di frutta e verdura è il segnale evidente delle proprietà benefiche  per l’organismo che ancor più devono indurre a includere in maniera massiccia nella dieta questi alimenti, A conferire la colorazione sono infatti sostanze che hanno un importante valore fisiologico: dalle antocianine che tingono di viola ai carotenoidi dal colore arancione, al licopene di ortaggi e frutti rossi, altre sostanze funzionali sono presenti anche nei frutti e ortaggi di colore bianco.

Colore verde: la frutta e la verdura di colore verde hanno un azione di contrasto allo sviluppo dei tumori, ricchi di antiossidanti e possiedono un alto contenuo di ferro e acido folico.

Colore rosso: i vegetali di colore rosso hanno proprietà antiossidanti, ottimi anti-tumorali, dimostrano inoltre l’efficacia nelle malattie cardiovascolari, dai raggi uv e al fumo di tabacco.

Colore viola:uva, more, mirtilli, radicchio, ricchi di antocianine della famiglia dei flavonoidi, queste sostanze possiedono proprietà antiossidanti e hanno un ruolo importante nella prevenzione della mutagenesi e anti-tumorali.

Colore giallo:nella verdura e nella frutta hanno proprietà antiossidanti e aiutano ridurre il rischio di problemi alla vista ad esempio cataratta e degenerazione maculare.

Colore arancio: zucca, carota, mango sono precursori della vitamina A e intervengono nel processo della visione notturna, e mantengono l’integrità dei tessuti e nella cornea dell’occhio. Non va presa in dosi eccessive perchè tende ad accumularsi. Contengono alcuni flavonoidi che hanno proprietà anti-infiammatorie, anti-ossidanti, e anti-asmatiche. Catturano i radicali liberi utili per questo nelle patologie neurodegenerative come Alzheimer e Parkinson. Inoltre impediscono l’ossidazione del colesterolo Ldl.