Le articolazioni sono strutture anatomiche che connettono tra loro due o più segmenti ossei. Le sindromi dolorose, che coinvolgono l’apparato osteo-articolare, si riscontrano nella popolazione con discreta frequenza. In alcuni casi si tratta di malattie a risoluzione spontanea, mentre in altri questi disturbi possono anticipare o nascondere patologie più gravi.

Il dolore a livello articolare è la manifestazione più tipica di malattie reumatiche molto diffuse come l’artrite e l’artrosi.

Il dolore, che rappresenta spesso il sintomo dominante di qualsiasi malattia reumatica, impone una opportuna terapia analgesica. Poiché molte delle malattie reumatiche sono ad andamento cronico e il controllo del sintomo dolore può richiedere terapie protratte nel tempo, particolare attenzione deve essere posta alla tollerabilità e alle possibili interazioni del farmaco analgesico consigliato.

Il trattamento precoce del dolore e dell’infiammazione riduce o previene la perdita di funzionalità o la possibile deviazione dell’arto. Per l’infiammazione continua si usano antireumatici ma, poiché con molti di questi medicinali (corticosteroidi) si può incorrere in effetti collaterali seri, l’uso di estratti di piante aventi effetti simili può essere una efficace alternativa a basso rischio.

L’Artiglio del diavolo, Harpagophytum procumbens, si è dimostrato particolarmente attivo soprattutto nelle situazioni che causano dolore e infiammazione come tendiniti, osteoatrite, artrite reumatoide, mal di schiena, mal di testa da artrosi cervicale, dolori generici alla cervicale , contusioni, sciatica, artrite, artrosi.

Associato spesso all’Artiglio del diavolo è l’estratto secco di Boswellia, Boswellia serrata, per la sua attività antinfiammatoria e analgesica su diverse patologie del sistema osteoarticolare. L’azione si manifesta attraverso una riduzione del dolore e del gonfiore, e il miglioramento delle motilità delle articolazioni.

Questi principi attivi ostacolano l’azione dell’enzima (5-lipossigenasi) responsabile della produzione di sostanze che facilitano i processi infiammatori. Inoltre, sono in grado di inibire le elastasi, enzimi fortemente distruttivi, che attaccano e deteriorano la parte elastica dei tessuti nei quali è in corso un processo infiammatorio e di impedire l’infiltrazione dei leucociti polimorfonucleati, che contribuiscono alla distruzione del tessuto connettivo.

Vieni nelle nostre farmacie a scoprire quale di questi prodotti fa per te, sono disponibili in compresse, gel, creme e un’innovativa formulazione in cerotti transdermici che garantiscono un rilascio costante di questi principi attivi nell’arco di 24 ore nella sede dolorosa.

Ricorda: un corretto e costante movimento, associato ad un peso corporeo adeguato, è alla base della prevenzione dei dolori articolari a livello degli arti e della colonna vertebrale!