Il collagene è una glicoproteina fibrosa costitutiva dei nostri tessuti, che occupa determinate parti del nostro corpo e che possiede proprietà interessanti, dal 15 al 20% del nostro organismo è costituito dal collagene.

Si tratta di tessuti fibrosi, che formano una trama resistente per rinforzare i nostri organi, ad esempio i tendini, con cui terminano i nostri muscoli e che si agganciano alle ossa, sono di collagene.


Anche i polmoni sono ricchi di collagene. Le ossa sono una struttura di collagene che si carica in seguito di fosfato di calcio. Se la struttura del collagene è insufficiente, l’osso non può mineralizzarsi ed abbiamo, quindi, l’osteoporosi, questa non è soltanto una carenza di calcio e di fosforo o di vitamina D ma spesso c’è anche una mancanza di collagene.

Le pareti del nostro sistema vascolare, arterie e vene, sono molto ricche in collagene, che conferisce loro elasticità.

Nella cute, le cellule del derma producono il collagene che la sostiene, la rende flessibile ed elastica e forma un isolante contro il caldo o il freddo.

Anche le pareti degli occhi e del cristallino sono costituite da collagene. Infine, le unghie e i peli contengono molto collagene.

Il grande problema del collagene è che l’organismo non è in grado di conservarne le scorte e che si deteriora lentamente con l’età.

Questa degradazione del collagene deriva dal fatto che non consumiamo più prodotti che ne sono ricchi e che, quindi, provochiamo una carenza di elementi costitutivi del collagene (determinate proteine). I prodotti alimentari ricchi in collagene sono ad esempio, il brodo fatto con la trippa, che si mangiava in passato gli spiedi, la testa di vitello ecc.

Noi non riusciamo più a rinnovare il nostro collagene e ciò comporta carenze gravi e degenerazione di alcuni organi, in particolare di quelli sottoposti a sforzi costanti: ad esempio i tendini e le cartilagini delle articolazioni.

L’impiego per molti mesi di idrolizzato di collagene comporta un netto miglioramento dei problemi articolari, tra cui elasticità delle articolazioni e diminuzione dei dolori.

L’idrolizzato di collagene è, quindi, ottimo nel miglioramento dei dolori reumatici. Esso favorisce la sintesi di tutti i tendini e le cartilagini delle articolazioni. Migliora i dolori del mal di schiena, facilita l’elasticità ingenerale e tutti i movimenti degli arti.

Negli sportivi, meno colpiti degli anziani, il miglioramento dei movimenti è un vantaggio apprezzabile che avrà un effetto preventivo non trascurabile.

Inoltre, e questo è molto importante negli anziani (soprattutto nelle donne), l’idrolizzato di collagene migliora anche l’osteoporosi. Bisogna sapere che questa patologia è molto frequente, soprattutto nelle donne dopo i 50 anni. Ma la sua prevenzione è realizzata con supplementi di calcio e di vitamina D.

Affinché l’osso possa ricalcificarsi, è necessario che anche la trama proteica a base di collagene sia presente in abbondanza. In seguito alla carenza di collagene, che favorisce l’artrosi, questa carenza esiste anche a livello della trama proteica dell’osso. Ma se questa trama è insufficiente, la sua calcificazione non potrà realizzarsi. Per prevenire l’artrosi è importante, quindi, assumere calcio, vitamina D e fosfato, ma anche del collagene per la trama proteica dell’osso.

Parallelamente ai lavori sull’artrosi, anche gli studi clinici (ad esempio quelli del professore Adam) hanno dimostrato che l’idrolizzato di collagene migliora l’osteoporosi, anche senza supplemento di calcio e di vitamina D. Per questo, il collagene è importante anche nell’osteoporosi.